modelli e strategie decisionali
Ematologia.net
OncoGinecologia.net

Trasmissione del virus MERS-CoV mediante contatti tra familiari


Le strategie per contenere la sindrome respiratoria da coronavirus del Medio Oriente ( MERS-CoV ) dipendono dalla conoscenza del tasso di trasmissione da uomo a uomo, comprese le infezioni subcliniche.
La mancanza di strumenti sierologici ha ostacolato studi mirati di trasmissione.

Sono stati studiati 26 pazienti indice con infezione da MERS-CoV e i loro 280 contatti domestici.
Il tempo medio dall'insorgenza dei sintomi nei pazienti indice agli ultimi prelievi di sangue nei pazienti che hanno avuto contatti è stato di 17.5 giorni ( media, 34.4 ).

Casi probabili di trasmissione secondaria sono stati individuati sulla base di due test di RT-PCR ( Reverse Transcriptase – Polymerase Chain Reaction ) con estrazione di RNA indipendente da tamponi faringei o reattività al test immunoenzimatico enzyme-linked contro l'antigene MERS-CoV S1, sostenuta dalla reattività alla immunofluorescenza con S-proteina ricombinante e dimostrazione di neutralizzazione superiore al 50% della dose infettante del virus al test di neutralizzazione della riduzione di placca.

Tra i 280 contatti familiari dei 26 pazienti indice, ci sono stati 12 casi probabili di trasmissione secondaria ( 4% ). Di questi casi, 7 sono stati identificati mediante RT-PCR, tutti in campioni ottenuti entro 14 giorni dopo l'insorgenza dei sintomi nei pazienti indice, e 5 sono stati identificati mediante analisi sierologica, tutti in campioni ottenuti 13 giorni o più dopo i sintomi di insorgenza nei pazienti indice.

Casi probabili di trasmissione secondaria si sono verificati in 6 di 26 cluster ( 23% ).

I risultati sierologici di contatti che sono stati campionati 13 giorni o più dopo l'esposizione erano simili ai risultati complessivi di studio per i test RT-PCR e i test sierologici combinati.

In conclusione, il tasso di trasmissione secondaria con contatti tra familiari di pazienti con infezione da MERS-CoV è stato pari a circa il 5%.
I dati hanno fornito informazioni sul tasso di trasmissione subclinico di MERS-CoV in ambiente casalingo. ( Xagena2014 )

Drosten C et al, N Engl J Med 2014;371:828-835

Inf2014



Indietro