GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Baloxavir marboxil per la profilassi contro l'influenza nei contatti domestici


Baloxavir marboxil ( Baloxavir; Xofluza ) è un inibitore dell'endonucleasi della proteina acida della polimerasi ( PA ) con efficacia clinica nel trattamento dell'influenza non-complicata, anche nei pazienti ambulatoriali ad aumentato rischio di complicanze.
L'efficacia profilattica post-esposizione di Baloxavir nell'ambiente domestico non è ben definita.

È stato condotto uno studio multicentrico, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo per valutare l'efficacia profilattica post-esposizione di Baloxavir nei contatti familiari dei pazienti indice con influenza confermata durante la stagione 2018-2019 in Giappone.
I partecipanti sono stati assegnati a ricevere una singola dose di Baloxavir oppure placebo.

L'endpoint primario era l'influenza clinica, come confermato dalla reazione a catena della polimerasi - trascrittasi inversa ( RT-PCR ), per un periodo di 10 giorni.
È stata valutata la presenza di sostituzioni nella proteina acida della polimerasi selezionate da Baloxavir associate a sensibilità ridotta.

In totale 752 contatti familiari di 545 pazienti indice sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Baloxavir oppure placebo.
Tra i pazienti indice, il 95.6% aveva infezione da virus dell'influenza A, il 73.6% aveva meno di 12 anni e il 52.7% aveva ricevuto Baloxavir.

Tra i partecipanti che potevano essere valutati ( 374 nel gruppo Baloxavir e 375 nel gruppo placebo ), la percentuale in cui si è sviluppata l'influenza clinica è stata significativamente inferiore nel gruppo Baloxavir rispetto al gruppo placebo ( 1.9% vs 13.6% ) ( risk ratio aggiustato, aRR=0.14; P minore di 0.001 ).

Baloxavir è risultato efficace nei sottogruppi di partecipanti ad alto rischio, pediatrici e non-vaccinati.
Il rischio di infezione influenzale, indipendentemente dai sintomi, è stato inferiore con Baloxavir rispetto al placebo ( aRR=0.43 ).

L'incidenza degli eventi avversi è stata simile nei due gruppi ( 22.2% nel gruppo Baloxavir e 20.5% nel gruppo placebo ).

Nel gruppo Baloxavir, le sostituzioni virali I38T/M o E23K sono state rilevate rispettivamente in 10 ( 2.7% ) e in 5 ( 1.3% ) partecipanti.
Non è stata evidenziata alcuna trasmissione di queste varianti dai pazienti indice trattati con Baloxavir ai partecipanti al gruppo placebo; tuttavia, non è stato possibile escludere diversi casi di trasmissione ai partecipanti al gruppo Baloxavir.

Baloxavir monodose ha mostrato una significativa efficacia profilattica post-esposizione nella prevenzione dell'influenza nei contatti familiari di pazienti con influenza. ( Xagena2020 )

Ikematsu H et al, N Engl J Med 2020; 383: 309-320

Inf2020 Farma2020


Indietro